IDROLOGIA DI LARGA SCALA

TEMA 2: IDROLOGIA DI LARGA SCALA – BIG DATA IN HYDROLOGY
Il tema del Big Data offre nuove opportunità per l’avanzamento delle conoscenze data la
crescente disponibilità di dati satellitari e osservazioni diffuse provenienti da varie fonti. La
ricerca che deve fare sintesi identificando pattern e strutture di correlazione, ma anche
rimuovere rumore ed errori di misura. In tale ambito, sono stati utilizzati algoritmi di Machine
Learning (Linear Binary Classifier, Random Forest) per la ricostruzione di mappe di
inondazione su grande scala (e.g., regionale, nazionale o continentale). Ad esempio, è stato
sviluppato un tool denominato Smartflood che fornisce la mappatura della pericolosità
idraulica a scala europea, sfruttando informazioni provenienti da varie fonti (Fig. 1).


Figura 1. WebGIS per il calcolo delle aree inondabili a scala europea.
Curriculum Vitae di Salvatore Manfreda Ultimo Aggiornamento 17/01/19


Sono stati inoltre sviluppati sistemi di gestione, controllo e ricostruzione delle misure idrologiche (database regionali) derivate da reti di monitoraggio e modelli metereologici a scala locale per la previsione di eventi di piena e di frana attraverso modellazione idrologica distribuita (Fig. 2). Sono stati implementati sistemi di assimilazione utilizzando Extended Kalman filter (EKF) e Ensamble Kalman filter (EnKF) a supporto della modellazione e del monitoraggio idraulico/idrologico.


Figura 2. Sistema di allertamento regionale della Protezione Civile della Basilicata dove vengono evidenziate le aree di criticità idrogeologica sulla base delle misure idrologiche.